Documents historiques/Documenti storici


Bans de Millaures (1839)


RELATION DE PUBLICATION

   L' an mil huit cent trente neuf et le six avril, à Millaures, par devant le Notaire Royal, Secrétaire de la présente commune soussigné.
   A comparu Louis Allemand Valet de Commune duement assermenté, lequel nous a rapporté et rapporte avoir les trent' un mars dernier, premier et deux du courant, fêtes de Pâques, publié à haute et intelligible voix, au devant de l'Eglise Paroissiale lieu ordinaire des affiches et subhastations, dans le temps du plus grand concours du peuple sortant des offices divins, les Bans et Status précédents, et de les avoir affichés et laissés, affichés à l'Albe prétoire le restant des mêmes jours, en présence du peuple assemblé sans la moindre opposition.
   Duquel rapport nous lui avons concédé acte, que nous avons signé.

   Signé avec paraphe

                      JEAN AGNÈS Not.re et Secrétaire.


IL SENATO DI S. M.

IN TORINO SEDENTE.



   Ad ognuno sia manifesto, che veduti per Noi, e letti li Bandi Campestri formati dalla Comunità di Millaures con suo Ordinato del 26. marzo 1839, per essere osservati in detto luogo e suo territorio, li quali, in seguito ed unitamente a Rescritto Nostro del quattro successivo giugno sono stati pubblicati a quell'Albo Pretorio, come dalla relazione del primo Luglio, sottoscritta Agnés Segretario, acciò chiunque avesse ragioni in contrario le proponesse avanti Noi, ed al Banco, dell'Attuare Casalegno, e veduti gli atti indi segniti e continuati sino a conclusioni dell'Ufficio del signor Avvocato Generale delli 31 agosto stesso anno; e sentita la relazione delle medesime, e la detta Comunità in persona del Causidico Baretta suo Procuratore in udienza pubblica, atteso che non sarebbe comparso verun opponente, come dalla fede spedita dall'Attuare della Causa, il tenore del tutto considerato, per le presenti abbiamo ammesso, interinato ed approvato, come ammettiamo, interiniamo ed approviamo li Bandi Campestri de' quali si tratta in un con tutte le penali ne' medesimi rispettivamente stabilite, da aver però luogo cumulativamente con quelle portate dal Codice penale, Editti di S. M., e Manifesti de' Supremi Magistrati salva ragione al Fisco di agire criminalmente in tutti li casi di delitto, ed inoltre colle seguenti limitazioni, modificazioni ed aggiunte, cioè —all' art.° 5.° si dichiara che le disposizione di cui ivi avranno luogo, ove non sieno contrarie a'dritti od usi legittimi — si depellisce l'art.° 6.° siccome eccedente la materia de' Bandi salvo alla Comunità di provvedersi in proposito si, e come possa essere del caso — all' art.° 24 si depellisce la confisca degli oggetti ivi enunciati — all'art.° .29 si dichiara salvo ogni dritto a' pascoli comunali a favore de' forensi registranti si, e come loro competa — si depellisce 1'art.° 47. siccome eccedente la materia de' Bandi —all'art.° 49. avrà luogo la dichiarazione di cui all'art.° 5.° — all'art.° 52. si dichiara, che li Capi di famiglia saranno tenuti pe' loro figliuoli od amministrati seco loro abitanti, ed i padroni pe' servitore sino alla concorrente del salario, salvo il caso di connivenza —si ommetteranno all' art.° 54. le parole Et le dit Garde sera obligé de la publier le dimanche suivant — Si ommetteranno pure gli art.° 55. e relativo 61., e si dichiara, che le accuse saranno date entro il termine di giorni otto, nel modo consueto secondo il procedimento di Bandi; che nel Tiletto di accuse si prefigerà a1 contravventore un termine a seconda delle circostanze speciali di luogo e di stagione, da intimarsi tale tiletto nella consueta forma, e sì procederà secondle solite norme sulla materia — all'art.° 56. si dichiara, che eccedendo la multa di lire dieci, si richiederà la prova legittima — all'art.° 58. si depellisce la partecipazione del Camparo nelle multe — all'art.° 60. si dichiara, che le multe saranno riscosse a mente de' veglianti regolamenti — all'art.° 62. si dichiara che 1' Ufficio di Giudicatura conoscerà sulle contravvenzioni secondo le solite norme e senza necessità dell'instanza od intervento della Comunità, o del Sindaco od altri, a suo nome; E nel resto secondo la loro forma, mente e tenore, mandando li detti Bandi registrarsi ne' Registri Nostri ed osservarsi, previa però nuova loro pubblicazione all'Albo Pretorio di delta Comunità in un colla presente Declaratoria; In cui fede ecc.
   Dat. in Torino il quattordici luglio mille otto cento quaranta.

    Per dello Eccell.mo Reale Senato,

         PRON Reggente provv.te la Segreteria Civile.





Home